I vincitori 2012

Primo premio Teresa Iervolino

Secondo premio ex aequo Valeriu Caradja e Biagio Pizzuti

Terzo premio Taisyia Ermolaeva

 

Premio speciale Gigliola Frazzoni Teresa Iervolino

Targa Farinelli Carlo Vistoli

Premio del pubblico Carlo Vistoli

Targa Città di Castel Maggiore per il più giovane finalista Beatrice Mezzanotte

Premio CNA al miglior finalista di categoria B Tullia Maria Mancinelli

 

Premio Anselmo Colzani Teresa Iervolino, Valeriu Caradja, Biagio Pizzuti

Premio Maria Caniglia Taisiya Ermolaeva

Premio Benvenuto Franci Milos Bulajic

 

Audizioni

Stagedoor: Iervolino, Caradja, Chiarini

Teatro Comunale di Bologna: Caradja, Chiarini

Teatro Comunale di Modena e di Ferrara: Teresa Iervolino

Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi: Ermolaeva, Jessica Cambio, Iervolino, Lu Yuan

Sferisterio di Macerata: Bulajic, Iervolino, Ermolaeva

 

Semifinalisti selezionati nella giornata del 15 marzo

Dopo ogni giorno di eliminatorie verranno annunciati i semifinalisti selezionati.

CATEGORIA A

soprani

Saenara Jeong (Corea del Sud)

Jessica Rose Owen Cambio (Italia/USA)

mezzosoprani

Ana Victoria Pitts (Brasile)

Cecilia Alegi (Italia)

tenori

Lu Yuan (Cina)

Paolo Kim (Corea del Sud)

baritoni

Valeriu Caradja (Moldavia)

bassi

Daniel Germano (Brasile)

CATEGORIA B

Soprani

Larissa Yudina (Italia)

Mezzosoprani

Tullia Maria Mancinelli (Italia)

 Tenori

Gabriele Sgreccia (Italia)

visto l’alto livello dei concorrenti è possibile che avvengano dei ripescaggi, che verranno comunicati nella serata di sabato 17.

Concorso Città di Bologna: oltre 120 iscritti da 27 diverse nazioni!

Si sono chiuse le iscrizioni per il VI Concorso Città di Bologna con oltre 120 adesioni da 27 paesi: Australia, Azerbaijan, Brasile, Canada, Cina, Cipro, Corea del Sud, Costa Rica, Georgia, Germania, Giappone, Guatemala, Inghilterra, Iran, Italia, Messico, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca,Russia, Grecia, Romania, Serbia, Spagna, Turchia, USA, Uzbekistan. Netta predominanza dei soprani, ma sembrano degnamente rappresentati tutti i registri e tutti i repertori, da Monteverdi a Menotti passando per Nabucco e Il turco in Italia, l’Orlando di Handel e la Pikovaja dama.

La direzione non può che esprimere la più viva soddisfazione per questo risultato.

In un periodo di crisi in cui si riscontra una generale flessione delle presenze la nostra media di iscritti rimane, caso assai raro ormai, oltre il centinaio  confermandoci uno dei concorsi più prestigiosi e attraenti per i giovani cantanti lirici.

Un vivo ringraziamento va a tutti coloro lavorano e contribuiscono alla realizzazione del Concorso: a Cinzia Forte, Roberta Pedrotti e Crstiano Cremonini, a tutto il Progetto Cultura Teatro Guardassoni, al Lions Club, a Coop Adriatica, al Consolado honorario e all’Ambasciata del Messico in Italia, al Comune di Bologna, allo sponsor e alle istituzioni, alla Scuola dell’Opera Italiana, a tutti i membri della giuria e ai teatri/associazioni/agenzie che rappresentano, ai collaboratori, ai pianisti, agli amici, a tutti quelli che non sono stati nominati finora.

Grazie ai bravissimi cantanti che dal 2007 ad oggi ci hanno resi orgogliosi con le loro carriere e i loro successi. Grazie a tutti i talenti che arriveranno quest’anno e in quelli a venire.

Grazie agli amici dei concorsi di Pienza, Budrio e Sulmona.

Quota iscrizione Concorso Città di Bologna 2012

Dopo un’attenta riflessione abbiamo stabilito di mantenere immutata anche per quest’anno la quota d’iscrizione al Concorso. Ricordiamo che sin dalla prima edizione (2007) non si è verificato nessun aumento, il che resta un grosso sforzo per noi, associazione no profit per cui le quote d’iscrizione costituiscono una percentuale fondamentale del budget del Concorso. Inoltre la quota d’iscrizione comprende sempre una settimana di alloggio a Bologna e di stage di perfezionamento gratuito per i finalisti. In questo momento di crisi, pur di fronte alle difficoltà che noi stessi affrontiamo ogni giorno, non ci siamo però sentiti di chiedere di più quest’anno a giovani artisti, di cui conosciamo bene i problemi quotidiani.

La cifra è comprensiva della quota associativa al Progetto Cultura Teatro Guardassoni: gli iscritti al concorso pertanto potranno usufruire di tutti i diritti dei soci ordinari, compresi sconti e facilitazioni per gli spettacoli.

Pertanto ricordiamo che

La quota di iscrizione di 70 euro dovrà essere versata tramite bonifico bancario intestato a:
Progetto Cultura Teatro Guardassoni – Ferdinando Ranuzzi
c/o EMILBANCA Credito Cooperativo, conto corrente n. 45/000094077.
IBAN: IT25 P070 7202 4110 4500 0094 077
Codice BIC: ICRAITRRTS0